10 motivi per visitare Dugi Otok

Perché visitare Dugi otok? Quest’isola della Croazia è una meta molto amata per la sua spiaggia di Sakarun, per il faro più alto della nazione, per i suoi tramonti, i suoi profumi e la sua pace.
Dugi otok resta uno degli ultimi segreti da scoprire per coloro che sono in cerca della Croazia più autentica. All’infuori di luglio e agosto le spiagge sono deserte, piccoli villaggi sono sparsi per il lungo dei suoi sessanta chilometri di lunghezza e il viaggiatore fa presto a sentirsi a casa.

Il Parco Nazionale delle Kornati

Il mattino presto si parte dagli appartamenti di vacanza in direzione del sud di Dugi otok. Nel paese di Zaglav ci si imbarca su una tipica barca di legno, stabile e robusta per 12 persone. Il capitano Ive e la sua famiglia percorrono queste rotte da generazioni. Con passione e dedizione raccontano aneddoti e avventure del passato. Si naviga lungo coste e insenature nascoste, ci si immerge in un mondo parallelo, fermo nel tempo. Colori, profumi e sensazione di meraviglia si alternano.
Durante la navigazione tra le isole si resta impressionati dai chilometri di muri a secco e degli uliveti che sorgono in mezzo al nulla. Quanto sudore umano in queste terre selvaggie, in cui si arriva solo con la barca e con i muli. Ci si accorge della fatica delle persone per conquistare queste terre aride.
Il visitatore apprezzerà il contrasto dei colori tra il mare blu e le isole gialle, i silenzi e il sapore della vita semplice. E’ una gita per lo spirito il cui ricordo scalderà il cuore nelle fredde giornate invernali.
http://www.np-kornati.hr

Il parco Naturale Telascica

Il parco si trova nella parte meridionale di Dugi otok ed é raggiungibile in un ora di macchina dagli appartamenti di vacanza Gorgonia. Perché visitare il parco naturale Telasica? La cosa che colpisce maggiormente sono le rocce a picco sul mare: la vista dal punto più alto é semplicemente fantastica! Con i polmoni che si riempiono di aria marina e l’occhio che si perde oltre le isole fino all’orizzonte dà la sensazione di estrema libertà e di puro piacere. All’interno del parco ci sono sei isolette e degli asinelli che faranno impazzire di gioia i bimbi.
I contrasti di questo parco Telasica sono estremi: da un lato ci sono le rocce a picco sul mare, dall’altro la passeggiata che costeggia le rive, mentre in fondo alla baia si trova il lago salato Mir.
Il parco Telasica offre inoltre diverse attività: si possono fare lunghe passeggiate, oppure percorrere i sentieri in bicicletta. Si possono noleggiare kayak per visitare Telasica dal mare, oppure appoggiarsi al centro diving per un immersione.
Ideale é visitare Telasica fuori stagione oppure il mattino presto, per evitare i turisti che raggiungono il parco per poche ore con i barconi in partenza da Zadar e Sibenik.
Se si ha poca voglia di camminare si può arrivare al punto più alto del parco con la macchina. Dall’ex eliporto militare si ha una magnifica vista sulle isole Kornati e sul lago salato Mir.
http://pp-telascica.hr/

Il faro di Dugi otok

Il faro di Dugi otok é il più alto della Croazia ed é gestito da una famiglia. Conserva un fascino particolare e dalla sua cima si ha una vista incredibile. Consigliamo la visita nel tardo pomeriggio, idealmente dopo una giornata di bora, quando l’aria é molto limpida. Si riesce ad avere la vista sulle isole Ist, Molat e naturalmente Dugi otok. Si scorge anche la catena montuosa del Velebit, situata alle spalle della città di Zadar e si ha visuale della Baia Pantera nella quale sono situati i nostri appartamenti di vacanza Gorgonia.
Il tramonto dal suo promontorio é spettacolare: il sole si inabissa all’orrizzonte.
La spiaggia di sinistra é particolarmente bella!
Più informazioni qui  https://www.gorgonia.hr/it/le-5-curisita-sullisola-croata-dugi-otok-che-forse-non-sapevate/

La spiaggia di sabbia in Croazia

La migliore spiaggia di sabbia di Dugi otok é quella di Sakarun, una delle poche della Croazia e si trova nel nord di Dugi otok. La spiaggia é lunga 800 metri. Il fondale digrada dolcemente verso il mare aperto: é un paradiso per famiglie con bambini! Ai lati della spiaggia ci sono pini marittimi che garantiscono l’ombra. Se invece si preferisce stare vino al mare é consigliabile portare un ombrellone.
Essendo una zona protetta non ci sono paesi che si sviluppano vicino alla baia, ma ci sono tre ristorantini.
Ideale é visitare la spiaggia di Sakarun al di fuori del mese di agosto, quando risulta essere eccessivamente affollata. Si può raggiungere la spiaggia in macchina: il parcheggio é ampio ed é a pagamento.
D`estate delle boe delimitano la zona per i bagnanti, quindi alle barche non é permesso raggiungere la riva.

La spiaggia di Veli Zal

Questa spiaggia si trova al centro dell’isola di Dugi otok, sulla parte ovest, di fronte all’isoltto di Mezanj.
Il posto é davvero particolare: l`insenatura é rivolta verso il mare aperto e lo sguardo spazia sull`orizzonte. La fitta macchia mediterranea si riflette sulla sabbia bianca in mare regalando al mare meravigliose tonalità di turchese e contrasti tra i colori. La trasparenza dell’acqua, l’aria  pura e la tranquillità rendono il posto intatto nel tempo.
Qui si passano  bei momenti, magari in compagnia di un buon libro.
La spiaggia ha poca ombra naturale e i pochi  visitatori hanno creato delle capanne da Robinson fatte con tronchi e legni portati a riva, che conferiscono a questo luogo selvatico il fascino dei tempi passati creando giganteschi ombrelloni.

Dugi otok in kayak nella baia Pantera

Il bello della baia Pantera é la sua forma allungata e profonda che la protegge dai venti; questo rende la gita con il kayak piacevole. Il mare é tranquillo e per tutto il tragitto si vede il fondale. Per chi non ama pagaiare molto si puo’ fermare al faro rosso per fare un pic nic. Altrimenti é bello proseguire fino al relitto Michele per fare snorkelling. Si tratta di una nave da carico arenata in pochi metri d’ acqua e situata di fronte a due stupendi isolotti. La natura si é impossessata della nave e l’ha trasformata offrendo ai pesci e alla vita marina nuovi rifugi. In seguito si può trascorrere qualche ora di relax in una baia che i nostri ospiti hanno simpaticamente sopranominato „Gorgonia beach“.

Dugi otok in bicicletta sulla scogliera di Polje

Si parte dagli appartamenti di vacanza e in poco tempo si raggiunge il sentiero dietro al paese di Polje che porta alle rocce a strapiombo sul mare. É poca la vegetatzione che resiste al mare e al sale di questo luogo. É un posto per lanciare un amo in mare e prendere un pesce o per fare un pic nic. In questa zona i nostri anziani andavano a raccogliere il sale marino che si depositava nelle pozze, quel sale grezzo che regala un sapore intenso. Il posto é bello per snorkelling perché il fondale degrada rapidamente nel profondo blu.
Dopo una siesta si può proseguire fino alla penisola di Sakarun per visitare le due belle spiaggette di ciottoli poste ai due estremi della piccola penisola. Offrono entrambe un posto invitante per un bagno o per fare snorkelling perché nascondono delle belle rocce.
Proseguendo si raggiunge la spiaggia di Sakarun descritta precedentemente. Da questa scogliera si possono vedere defini o tonni saltare fuori dall’acqua.

Dugi otok cosa fare se non vivere le giornate come nei tempi passati

A Dugi otok il tempo sembra essersi fermato. Per vivere al meglio l’isola consigliamo di togliere l’orologio dal polso per l’intera vacanza per lasciarsi trasportare dal ritmo naturale. Appena sorge il sole, é il crinire delle cicale che ci ricorda che é tempo di uscire e andare a scoprire l’isola.
Il calare del sole regala splendidi tramoni, specialmente dal molo davanti ai Gorgonia Apartments, oppure dal faro.
Sono i grilli a riempire i suoni della notte e le piccole lucciole a regalare luminosità.
A Dugi otok si ha inoltre una bella visione notturna delle stelle: Cassio Pea e il Grande Carro compaiono sopra gli appartamenti e pare di poterli toccare con mano.

Isola Dugi otok senza semafori

Sull’intera Isola Lunga non c’é traffico. Il piacere di guidare su un manto stradale tenuto in perfetto stato, ma senza rotonde, n’é semafori é puro. A volte capita di partire dall’appartamento e di non incontrare auto fino a Sali.
In certi punti di Dugi otok l’isola si restringe tanto da ritrovarsi ad avere una vista meravigliosa sul mare da entrambi i lati.
Essendoci poco traffico capita di vedere animali selvatici. Di mattina presto ci può essere un gufo che dorme ai margini della strada, oppure qualche faina attraversa velocemente la carreggiata. I mufloni sono molto timidi, ma si avvistano lontano dai centri abitati.
Negli anni settanta gli abitanti del nostro paese di Verunic andavano ancora a piedi fino a Sali, il capoluogo dell’isola per comperare la farina. Ci sono 40 Km a dividere i due paesi: oggi ci sono i bravi sportivi a percorrere la distanza in bicicletta; in macchina si impiega poco meno di un ora.
Dugi otok resta un paradiso gli amanti della nautica, per buttare l’ancora in una delle molte insenature e godersi giornate in quest`oasi di pace.

Dugi otok ristoranti 

Niente di meglio che terminare una giornata in uno dei ristoranti di Dugi otok. In quasi ogni paese di Dugi otok é situato almeno un ristorante. E’ un occasione per assaporare i tipici piatti della tradizione come la Peka, in cui il cibo viene cotto per alcune ore sotto una campana di ghisa. I paesani usano cuocere diverse pietanze in questo modo, come polpo, alcuni tipi di carne e pesce, arricchiti con le erbe isolane.

CONTACT

Miriam and Gianni
GORGONIA APARTMENTS

23287 Veli Rat – Verunic, Dugi otok, Croatia
Tel: 00385 91 737 9823
gorgonia@zadar.net

Reservation center in wintertime:
Tel. 0041-76 308 54 41 
gorgonia@zadar.net

© Gorgonia Apartments & Suites