In Croazia al parco nazionale Kornati

Le Kornati sono un arcipelago di 150 isole situato a sud di Dugi otok. In altre parole é l’arcipelago con il più grande numero di isole del Mar Mediterraneo.
Oggi vorremmo condividere con voi la gita al parco nazionale. Questo luogo è uno dei motivi che invoglia le persone a visitare Dugi otok e la Croazia in generale.
Un puro sogno di cui potere fare parte!

Escursione alle Kornati da Dugi otok – dove partire

Per iniziare partiamo alle 9.30 con il capitano Ive e i suoi figli. Tutti e tre sono allegri e disponibili in particolare pronti alla battuta.
La magia comincia quando l’imbarcazione passa lo stretto di Mala Proversa. Si tratta cioè di un passaggio che a nostro modo dà accesso al parco. Sul lato nord vediamo scorrere l’isola Dugi otok mentre verso sud abbiamo Katina in altre parole un isolotto delle Kornati.

Da questo momento si accede al mondo delle fiabe.

 

Escursione alle Kornati da Dugi otok – gita

Le 147 isole hanno poca vegetazione ma molte grotte con scogliere e fondali da favola. Il contrasto tra il mare blu e la roccia bianca di terreno carsico è pazzesco per non parlare della sensazione di trovarsi su un altro pianeta.

Con la barca giriamo in mezzo a isole e isolotti. In particolare siamo seduti all’ombra sulla comoda panca di poppa e osserviamo ammirati.

Escursione alle Kornati da Dugi otok – dove fare il bagno

Il sole è alto e il desiderio di tuffarsi nelle acque cristalline del Parco Nazionale è sempre più grande. La barca procede lenta fino a raggiungere un’insenatura nella quale il capitano getta l’ancora.

Per iniziare ci tuffiamo in mare con maschera e pinne. È talmente bello che ci tuffiamo e rituffiamo innumerevoli volte. La felicità è pura.
Un asino solitario raglia sulla riva. Il capitano ci dà delle carote da portargli a nuoto. L’animale pare essere soddisfatto perché mangia e tace. Si ode solo il frinire delle cicale. Qui osserviamo il fondale marino pieno di vita e di pesci. Pare di essere in un acquario. L’acqua sulla pelle ci dà la sensazione di essere di panna.

Che bella la vita!

In ultimo torniamo a bordo rinfrescati. Il capitano ci offre un grappino come aperitivo e ci spiega che è prodotto dalla sua famiglia. Siamo in vacanza e accettiamo con piacere. Il liquore scalda lo stomaco e gli animi.

Escursione alle Kornati da Dugi otok – dove mangiare

Siamo nuovamente in navigazione. Attraversiamo un passaggio lungo e stretto chiamato Grande Proversa. Il fondale è molto basso e la segnaletica sulla costa è fatta in pietra. Il capitano con bravura guida la barca fuori dallo stretto.

Raggiungiamo allegri ma affamati la baia nella quale ci aspetta il pranzo.

L’acqua del mare è cristallina anche qui e c’è persino una piccola spiaggia di sabbia. La tavola è apparecchiata e si sente un buon profumo di griglia. Ci sediamo tutti e dieci allo stesso tavolo. Non ci si conosceva alla partenza ma ora cominciamo a chiacchierare. Il pasto a base di pesce fresco e insalata di pomodori è delizioso. L’olio di oliva della casa è divino! 

Escursione alle Kornati da Dugi otok – cosa fare

Infine mentre il capitano fa una pennichella noi andiamo a fare il bagno.
Il mare è talmente invitante che nessuno sta all’asciutto. Un signore svedese del gruppo decide di arrampicarsi sulla cima della collina. Lui è l’unico ad avere le scarpe da ginnastica. La vegetazione è brulla ma ci sono erbe e sassi sui quali non si riesce a camminare con gli infradito.  Lo svedese Mikeal torna con una manciata di fichi di cui siamo molto invidiosi.

La temperatura del mare è fresca e invitante.

Escursione alle Kornati da Dugi otok – dove andare

Poi verso le 16.00 torniamo a bordo. La via del ritorno verso Dugi otok è diversa rispetto all’andata. Vediamo scorrere scogli e isolotti e ci domandiamo come faccia il capitano a districarsi e capire quale sia la via giusta. Pare di essere in un meraviglioso labirinto dal quale non volere uscire.

Ci chiedono se vorremmo fermarci a fare un ultimo bagno. Ma a bordo siamo tutti in uno stato di completa beatitudine e nessuno ha più voglia di tuffarsi. Soffia un leggero maestrale segno che il tempo è buono e stabile anche nei giorni seguenti.

Poi mentre navighiamo lungo le rive di Dugi otok abbiamo una sorpresa. Cathrine una signora svizzera della compagnia avvista un gruppo di delfini. Sono in lontananza e nuotano con velocità sostenuta. Li osserviamo affascinati nel loro viaggio per il mare Adriatico.

Escursione alle Kornati da Dugi otok – racconto del capitano

Prima di scendere dalla barca il capitano ci racconta un aneddoto.

In alcune baie delle Kornati in acqua bassa si notano delle vasche in muratura. Queste costruzioni risalgono ai tempi del Doge della Repubblica di Venezia. Il Doge era il capo di stato tra il 697 e il 1797.
Gli uomini delle sue navi usavano tenere aragoste e pesce in queste vasche e a ogni transito si fermavano alle Kornati per prendere il pescato fresco per portarlo a Venezia.

Escursione alle Kornati da Dugi otok – consigli

Prima di tutto portate a bordo una bottiglia di acqua perché a nostro parere è sempre un bene averla con sé. Poi è fondamentale avere un cambio di costume e una giacca a vento. Sulla via del ritorno eravamo contenti di poterla indossare.
In ultimo metteremmo nella borsa maschera, boccaglio e crema solare.
Se poi siete molto sportivi e curiosi di esplorare la zona portate anche delle scarpe da ginnastica.

Escursione alle Kornati da Dugi otok – informazioni

Sono moltissimi gli equipaggi che durante l’alta stagione partono da Dugi otok dai porti di Zaglav e Sali.
Prima di tutto prestate attenzione e accertatevi che la barca sia piccola e per massimo 15 persone. Poi verificate che la sosta sul pranzo avvenga su un’isola.

Ci sono molti equipaggi che caricano una cinquantina di persone a bordo e a quel punto si resta accalcati a bordo come in una scatola di sardine. Altri offrono prezzi vantaggiosi ma non prevedono soste a terra, mentre il pranzo consiste in un panino a bordo.

Noi abbiamo pagato 45 Euro per adulto e 20 Euro per bambino. In questo prezzo sono incluse l’entrata al Parco Nazionale, l’escursione, le bibite e il pranzo.

Escursione alle Kornati da Dugi otok – dove alloggiare

Per iniziare noi siamo partiti dal paese di Verunic situato all’estremo nord di Dugi potok. Per raggiungere Zaglav il porto di partenza abbiamo impiegato 45 minuti di macchina.
Secondo noi è meglio alloggiare in un appartamento di vacanza a nord dell’isola dato che tutte le spiagge belle si trovano in quella parte. Il viaggio per raggiungere il sud è piacevole dato che la strada non è trafficata e i panorami sono di una bellezza unica.

Per informazioni aggiuntive sulla gita alla quale abbiamo partecipato e su dove dormire e mangiare a Dugi otok
rimandiamo alla pagina     https://www.gorgonia.hr/     mail    gorgonia@zadar.net

Per informazioni riguardo al Parco Nazionale Kornati
http://www.np-kornati.hr/index.php?lang=en

Salve!

Siamo Miriam e Gianni, amanti del mare e del buon cibo. Ci piace trascorrere le serate in compagnia a bere il vino e a chiacchierare con i nostri ospiti.

Parliamo diverse lingue e questo ci apre le porte al mondo.

Amiamo Dugi otok e condividere le nostre esperienze riguardo all’isola.

Scegli la tua esperienza

Gorgonia Autumn Break

Diving Escape

Gorgonia Gourmet Experience

Sea Adventures

Kayak Getaway

Slider

CONTACT

L’APPARTAMENTO IN CROAZIA

Gorgonia Apartments & Suites
23287 Veli Rat – Verunic, Dugi otok, Croatia
Mobile and WhatsApp:  00385 91 737 9823
info@gorgonia.hr

    © Gorgonia Apartments & Suites

    error: Content is protected !!