Escursioni

Excursions

Escursione al parco nazionale marino delle KORNATI

Una gita giornaliera all’insegna del sole, mare e relax. Con una barca a motore potrete visitare il magnifico panorama del parco nazionale marino. All’ombra di un pergolato di una casa di pescatori, potrete poi gustarvi pesce di giornata alla griglia e tuffarvi in un mare turchese.
Con 35 chilometri di lunghezza e 150 isole, alcune grandi e alcune piccole, in un’area di 320 chilometri quadrati, le Kornati sono l’arcipelago piu’ denso nel Mediterraneo. Ci sono solo alcune casette sulle isole e sulla maggior parte neanche una costruzione.
Terra e mare sono sotto la protezione del Parco Nazionale.
La pesca e’ estremamente limitata affinche’ si dia tempo alle creature marine di ripopolarsi.

Relitti a Dugi otok

L’isola di Lagnici Island e’ una bella meta per praticare lo snorkeling: l’isola e’ situata nel nord di Dugi, dove le acque sono colme di vita marina. Vicino all’isola, in acqua bassa e’ adagiato il famoso relitto Michele, visibile anche dalla superficie.
La maggiore attrazione per chi nuota con la maschera e’ questa nave affondata che funge da magnete per i pesci, rendendo questa esperienze ricca di emozioni.
Il relitto Michele puo’ essere raggiunto solo con la barca (noleggio barca Dugi otok).

La parte sommersa del relitto e’ visibile dalle coste del faro. Il faro e’ il piu’ alto dell’Adriatico ed e’ situato vicino ai Gorgonia Appartamenti. La vista dal faro e’ mozzafiato: e’ il punto migliore per avere una vista a 360 gradi su Dugi otok e le isole circostanti.
Altri relitti belli da vedere con la maschera sono situati nella baia di Lucica, raggiungibile in pochi minuti a piedi dai nostri appartamenti.

Grotta azzurra

Il gommone parte alle 10.00 dai Gorgonia Apartments Dugi otok in rotta per la Grotta Blu. Il viaggio fino alla spiaggia Veli Zal dura una trentina di minuti.
In spiaggia si ha la possibilita’ di nuotare in acque cristalline con lo sguardo sull’isolotto di Mezan. Un bar sotto un grosso pino marittimo regala una piacevole ombra.
Dopo la nuotata il viaggio prosegue per la Grotta. Il gommone ormeggia al suo ingresso. L’entrata e’ stretta ma molto alta e alla fine della grotta si raggiunge una spiaggia di ciottoli illuminata dal sole, che penetra da un buco sulla parete. Una vera meraviglia della natura.

La grotta Strasna Pec

Vale la pena visitare questa grotta per meglio comprendere la storia di Dugi otok. Si dice che la caverna fungeva da rifugio ai primi abitanti dell’isola. Per la sua bellezza e’ stata visitata anche dall’imperatore austroungarico Francesco Giuseppe.
Dai nostri appartamenti Dugi otok si raggiunge percorrendo la strada panoramica.

Il Parco Naturale Telasica

Il parco e’ situato nel Sud dell’isola Dugi otok. Il fiordo della Telasica e’ lungo 8 km ed e’ molto stretto e al suo interno ci sono cinque piccole isole. Per le sue caratteristiche e’ un’area amata dai diportisti essendo un porto naturale sicuro per le imbarcazioni che vi ancorano offendo protezione da qualsiasi vento.
Sul lato del mare aperto, la costa scende ripidissima nel Mare adriatico: le rocce a picco sul mare sono spettacolari, la piu’ alta misura 161 metri di altezza. E’ un luogo bello e rilassante che si raggiunge in 50 minuti di macchina dai nostri appartamenti vacanze Dugi otok. Sotto la superficie del mare ci sono coralli, gorgonie, spugne e diversi tipi di granchi e pesci e non mancano gli splendi delfini. Inoltre molte specie di uccelli popolano l’aera, nidificando sulle alte rocce; tra queste ci sono anche due specie di falco. L’acqua del lago e’ salata poiche’ in profondità e’ collegato con il mare. D’estate la temperatura delle sue acque e’ elevata anche perche’ il punto piu’ profondo raggiunge i soli 6 metri. Si puo’ nuotare oppure fare una piacevole passeggiata intorno le sue rive.

Se programmate una visita al Parco Naturale Telasica noi consigliamo di pianificare la partenza il mattino presto oppure nel tardo pomeriggio, per evitare la moltitudine di gente che viene scaricata nel parco da grandi barconi provenienti da Zadar e Sibenik.
Non scordate di portare una vecchia mela con voi: sarà molto apprezzata dagli asini selvatici che incontrerete lungo il cammino!


Porti abbandonati di sottomarini a Dugi otok

Un porto di sottomarini e’ un rifugio costruito per proteggere i sottomarini dagli attacchi aerei. Quelli di Dugi otok sono stati costruiti dall’esercito yugoslavo attorno al 1970. La Marina Yugoslava era la marina della Repubblica Socialista Federale Yugoslava e fungeva essenzialmente come forza di difesa, con la missione di impedire sbarchi nemici lungo i suoi 40000 chilometri di costa. A Dugi otok sono stati costruti 3 porti di sottomarini situati vicino ai nostri appartamenti. Questi sono ormai stati abbandonati e sono interessanti da visitare armati di torcia. Si puo’ camminare all’interno, osservare la costruzione e le cellette nelle quali dormivano i soldati.

Visita della città di Zadar:

Zadar e’ una città croata sul mare Adriatico, situata nella Dalmazia settentrionale. La costruzione della città e’ avvenuta sotto l’influenza delle regole urbane romane e per questo motivo ancora oggi si denotano le strade perpendicolari e tutto il sistema urbano del vecchio centro assume la forma di un rettangolo.
Nel terzo secolo Zadar ha il proprio vescovo e la comunità cristiana prende piede in città. Con il tempo le sue mura sono state rinforzate e sono state costruite le quattro porte cittadine che fungono da ingresso nel centro storico. L’aspetto urbano dei tempi antichi e’ mantenuto fino ad oggi.
Suggeriamo vivamente di visitare Zadar durante il vostro soggiorno presso i nostri appartamenti vacanze Dugi otok. Prenderete il primo traghetto del mattino e programmate il rientro per il pomeriggio o la sera.
Qui di seguito elenchiamo alcune delle cose da visitare durante la vostra escursione.

La chiesta di S.Donat: e’ stata costruita nel 9 secolo seguendo lo stile dell’architettura Bizantina. La pianta ha forma circolare, mentre l’interno e’ meravigliosamente semplice e senza addobbi.
Nella chiesa non si mantengono piu’ funzioni religiose. Il posto offre un luogo dove trovare pace e rifugio nelle ore calde delle giornate estive.

Le mura cittadine: consigliamo di fare un giro attorno alle mura per meglio comprendere la storia cittadina. Trovate il tempo di osservare anche le quattro porte cittadine.
E’ piacevole soffermarsi per una pausa caffe’ in uno dei molti locali: questa e’ un’amata abitudine dei zaratini che a tutte le ore affollano i numerosi bar per due chiacchiere in compagnia.
Non dovreste mancare una visita al mercato del pesce e degli ortaggi: oltre ad essere colorato e profumato e’ sempre affollato da indigeni e turisti curiosi.

L’organo del mare e’ un opera incredibile nel suo genere. Si tratta di larghe scale in sasso perforate da tubi, discendenti verso il mare. Il moto ondoso prodotto da maree, passaggio di barche e correnti marine sospinge l’aria nei tubi dai quali provengono suoni dolci, continui e sempre diversi.Si potrebbe definire “una sinfonia del mare”. Per questo progetto l’architetto ha ottenuto un premio dalla comunita’ europea per lo sviluppo cittadino.
E’ un posto piacevole per rilassarsi dopo una lunga camminata sulla riva del parco.

Il saluto al sole e’ un opera circolare prodotta da molti pannelli solari disposti al suolo che immagazzinano l’energia solare. L’opera e’ collocata nelle vicinanze dell’organo. L’energia solare raccolta e’ sufficiente per dare elettricità all intero sistema elettrico del porto di Zadar. Gli indigeni amano venire nelle ore serali a pescare dalla riva e i turisti si raccolgono in questo luogo per osservare il bellissimo tramonto cittadino. Ogni sera si rinnova lo spettacolo del sole che tramonta nel mare colorando il cielo con meravigliose tonalità.

Ci sono molti musei da visitare, tra i piu’ conosciuti:  Ancient Glass Museum, l’ Archaeological Museum, il Museum of Church Art e molte chiese.
Nel ultimo museo delle arti ecclesiastiche potrete vedere l’oro e argento di Zara.

Parco nazionale laghi Plitvice:

Visto che siete gia’ in zona, quando lascerete i nostri appartamenti vacanze Dugi otok vi suggeriamo di fare una tappa in questo parco. Il Parco Nazionale Plitvice dista 130 Km da Zadar.
L’area dei laghi e’ molto vasta e per questo motivo e’ opportuno pianificare la visita. In funzione di dove si parcheggia la macchina e si entra nel parco ci sono dei tragitti da seguire, per i piu’ corti bisogna prevedere dalle due alle tre ore, per i piu’ lunghi fino ad otto ore.
Nella parte superiore del parco ci sono 12 laghi che sono collegati a quelli inferiori tramite una cascata di 78 metri di altezza, la piu’ alta della Croazia.
In questo meraviglioso ecosistema convivono molte specie di piante e di animali, tra cui i piu’ grandi sono l’orso bruno, il lupo e la lince. Seguendo i differenti percorsi si riceveranno informazioni interessanti riguardo al sistema ecologico tramite cartelli posti lungo il tragitto.

Parco nazionale Krka:

Essendo nella zona, quando partite dai nostri appartamenti Dugi otok vi suggeriamo di fare una tappa in questo parco. Il Parco Nazionale Krka dista 94 Km da Zadar.
Il parco e’ aperto tutti i giorni dell’anno e si ha accesso tramite 5 entrate.
Il Parco Krka ha la caratteristica di avere una cascata di 280 metri di dislivello suddivisa in una caduta su sette terrazzamenti naturali. In questo particolare ecosistema sono state catalogate 860 specie naturali.